Anche Millar pesca la fuga giusta!

Oggi i velocisti pensavano di tornare protagonisti oggi nella tredicesima tappa del Giro d'Italia UVIS 2014, da Nizza Monferrato a Como.

Ad imporsi è stato invece un fuggitivo partito fin dal mattino: il britannico David Millar. Seconda vittoria consecutiva quindi per la Garmin-Sharp che azzecca di nuovo la fuga giusta e porta un suo uomo alla vittoria solitaria.

Si sono dovuti accontentare delle posizioni di rincalzo Pirmin Lang, Rinaldo Nocentini, Marcus Burghardt e Vincent Jérome, mentre c'è amarezza per Paolo Bitta (Cannondale), che aveva vinto in carrozza la velocissima volata in leggera discesa del gruppo.

Promossi e bocciati
Promossi
David Millar
Vincere a 37 anni non è mai semplice, eppure Millar riesce a rimanere sulla cresta dell'onda. Tenace.

Bocciati
Cannondale
Lavorano e lavorano per Bitta ma non riescono a chiudere sulla fuga. Inconcludenti.

Il personaggio del giorno

Michele Scarponi
Mai ad alti livelli in questo Giro, oggi si stacca e perde venti minuti. Fuori forma.