A Bolzano la prima di Bistrita

Nella città meno "italiana" d'Italia e dove forse i magna magna hanno meno influenza ecco che ricompare Paolone Bistrita (RadioShack), velocista pluripremiato la scorsa stagione che quest'anno finora non ha brillato.

Lui sostiene sempre che gli corrono contro però quest'oggi è stato lui a prendere l'iniziativa riuscendo a tenere a bada il ritorno di uno scatenato Alessandro Rubens, affamato di punti per maglia ciclamino.

Ora Bistrita non potrà più nascondersi nelle volate che mancano alla fine e dovrà dimostrare che la vittoria di Bolzano non è stato un caso isolato. Al terzo posto si è rivisto Sacha Modolo (CSF) mentre forse per la prima volta in questo Giro esce dai 10 Paolo Bitta, disperso nel marasma della volata così come il Capitano Jack Sparrow.

Le interviste del dopotappa

Rubens: "Ancora un metro e l'avrei superato... ma sono fiero di me stesso, non ho nulla da rimproverarmi. E poi io l'obiettivo minimo l'ho già ampiamente raggiunto, adesso più che vincere le singole tappe mi interessa portare a casa la maglia ciclamino. Certo, un'altra vittoria mi farebbe piacere... vediamo cosa viene fuori a fine Giro... ora l'importante è non stancarsi troppo con le salite ed arrivare entro il tempo massimo, confido nell'aiuto della mia squadra."