De Luca fa saltare il banco e vince il Giro d'Italia!

Dopo l'ultima tappa di montagna, con arrivo a Castiglione Presolana, che aveva fatto guadagnare un altro pugno di secondi a Luca Capuano su Danilo De Luca, credevamo fosse quasi impossibile invertire la tendenza che vedeva lo scalatore laziale lanciato verso la maglia rosa.

E invece la cronometro finale di Bergamo ci ha regalato il più classico dei ribaltoni con De Luca che ha conquistato "tappa e maglia" andando come un motorino dall'inizio alla fine. Nulla da fare per Capuano che deve rimandare al futuro (o forse solo alla Vuelta) i propri sogni di gloria visto che nella prova finale ha fatto uscire fuori tutta la stanchezza ed limiti della sua giovane età. Fossi in lui non mi darei per vinto, resta un predestinato che non potrà che fare grandi cose in futuro. 

Per contro, De Luca si gode il suo secondo Giro d'Italia, anche se la possibilità di un suo ritiro lascia piuttosto perplessi gli addetti ai lavori che non ci credono molto. Una vittoria cercata, voluta e studiata da parte del campione brianzolo che non può abbandonare la scena almeno senza aver tentato l'assalto al Tour de France l'anno prossimo.

Le  Interviste

CAPUANO: Ho poco da dire, chi vince ha ragione. Onore a Danilo, mi sono mancate le energie per attacarlo nelle ultime tappe e mi ha punito. Spero di potermi rifare, ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto.
ESPOSITO: E' l'ultimo posto più bello della mia carriera. Chiudo il Giro al 15° posto, frego di qualche secondo Ivan Basso e sono orgoglioso di aver aiutato Franco Pellizotti ad arrivare 7°. Non avrò vinto una tappa come l'anno scorso ma passare dal 60° al 15° posto (invece che 2 ore e 20 minuti mi becco solo 27 minuti) mi riempe di fiducia per i prossimi anni.
ANDREOLI: Ma felice anche per la mia prestazione: questo Giro era partito abbastanza male però mi sono rifatto sulle vere salite. Spero già dalla prossima stagione di poter essere capitano in una grande corsa a tappe, ma mi manca ancora un salto di qualità, però alla fine di questo Giro sò esattamente a che punto sono e cosa mi manca per arrivare dove voglio arrivare!
DE LUCA: Sono commosso, parlerò più tardi!
HELDRAM: Il Giro di Heldram.... la fine di un calvario...

Top & Flop

TOP:

Zucchi e Lazarus: Non vincono la tappa ma almeno battono un colpo. Bravi
De Luca: Oggi sembrava una moto. Concentrato dall'inizio alla fine della prova ha letteralmente dominato. Finalmente.
Scarponi: Fa meglio di tanti specialisti in questa crono, una sorpresa.

FLOP:

Balenghi: In questo Giro proprio non ha mai trovato la gamba giusta.
Esposito: Un ultimo posto che dimostra quanto lo svizzero debba ancora migliorare a gestire l'ultima settimana.

Le Classifiche:

L'ordine d'arrivo e le classifiche