Ranzani e De Luca illuminano il Giro!

Le ultime tre tappe del Giro d'Italia hanno risalito la costiera tirrenica dalla Calabria fino alla Campania regalando una miriade di emozioni diverse.

La Reggio Calabria-Amantea ha visto vincere, al termine di una tappa ancora una volta piuttosto impegnativa, uno scatenato Marco Ranzani che sullo strappetto finale ha fatto un sol boccone di tutti gli inseguitori regolati da un bravissimo Luca Capuano. Una giornata difficile soprattutto per MarcoPantani Lazarus che ha perso un altro quarto d'ora uscendo definitivamente dai giochi per la classifica.

Si è conclusa con la vittoria a sorpresa di Rigoberto Uràn invece la Cosenza-Palinuro, che ha visto il corridore colombiano della Sky sfruttare un involontario buco del compagno Alessando Rubens per andare ad anticipare la volata, vinta dal Ranzani su Paolo Bitta e Luca Heldram.

Il piatto forte del trittico è stata però la sesta tapa Amalfi-Lago del Matese che, come prevedibile, ha completamente rivoluzionato la classifica generale. La vittoria di tappa è stata ad appannaggio di un ritrovato Danilo De Luca che ha battuto in volata i compagni di fuga Michele Scarponi, Ryder Hesjedal e Alejandro Valverde, con i quali era partito in concomitanza dell'ultimo GPM. A festeggiare è anche Luca Capuano che nel finale, insieme a Vincenzo Nibali, Damiano Cunego e Thibaut Pinot, recupera sui quattro di testa e riesce a conquistare una splendida maglia rosa, la prima UVIS di questa edizione.

Le  Interviste dopo la Amalfi-Lago del Matese

CAPUANO: Sportivamente parlando è il giorno più bello della mia vita. Voglio ringraziare tutti i miei compagni, da domani inizia un nuovo Giro per il quale non eravamo forse preparati, non aspettandoci di conquistare questa maglia. Cercheremo di difenderla il più possibile pur sapendo che sarà difficilissimo, conoscendo le qualità di corridori come De Luca che sono pochi secondi dietro di me.
Per domani ho buone sensazioni, la gamba gira e so cavarmela su percorsi simili, come dimostrano alcuni precedenti sulle Ardenne.
ESPOSITO: Ottima. Sono stato il primo ad attaccare sulla salita finale e, dopo esser stato ripreso, non ho perso molti secondi. Complimenti a De Luca e a Capuano per come hanno corso oggi.
MARQUETZ: Quando ti stacchi è inutile restare lì a due minuti...meglio uscire di classifica e provare la fuga
DE LUCA: La vittoria mi rende molto felice soprattutto perchè al Giro è sempre una gioia indescrivibile, ma dopo l'esperienza dello scorso anno preferisco tenere i piedi ben piantati a terra e pensare che la corsa è ancora lunghissima e già quella di domani sarà una tappa molto complicata. Heldram? Rimane un avversario valido e domani sono sicuro che lo dimostrerà
HELDRAM: Giornata storta... uf... le gambe non andavano..... ora vediamo un pò col ds e cerchiamo di capire cosa è andato storto....

Top & Flop

TOP:

Ranzani: Quando ci sono volate non si fa mai pregare e si piazza sempre. L'uomo veloce più in forma in assoluto.
Capuano: Un secondo posto e poi la maglia rosa per il giovane laziale che, nonostante sia arrivato al Giro in sordina, sembra assolutamente in forma smagliante.
De Luca: Al lago del Matese trova una vittoria che comincia a minare il morale degli avversari in vista della cronometro dell'Elba

FLOP:

Heldram: Non ci si aspettava una resa così prematura da parte del Campione del Mondo che proprio non riesce a trovare la pedalata giusta al Giro. Almeno per ora.
Lazarus: sembra al Giro in gita scolastica. Sarà pure fuori forma ma da lui ci si aspettava qualcosa di più.

Le Classifiche:

ORDINE D'ARRIVO
TUTTE LE CLASSIFICHE