Un super Messi lascia il segno già a Modica!

Era nell'aria che la seconda tappa del Giro d'Italia 2019 UVIS - Stagione 14, tutta sicula, avrebbe già creato scompiglio in gruppo, e così è stato. La Sciacca - Modica (237 km), prima tappa in linea di questa edizione, ha fatto saltare diverse teste, soprattutto grazie all'altissimo chilometraggio, il più elevato di questa edizione.

Al termine di un emozionante testa a testa con il "saggio" Luca Heldram (UAE Team Emirates), lo spagnolo Pablito Messi (EF Education First) ha festeggiato con una bellissima vittoria in Sicilia il proprio ritorno al Giro dopo tanti anni di assenza. Il nuovo leader della classifica generale è un ottimo Christian Cavalieri (Deceuninck-Quick-Step), terzo al traguardo e in lotta per il successo di tappa fino proprio agli ultimi metri. Questi tre corridori hanno creato un buco di 20'' con gli immediati inseguitori, guadagnandosi già un interessante tesoretto per la generale.

Ma, tornando alle teste saltate, soltanto 30 corridori sono riusciti ad arrivare nel gruppo principale limitando al minimo il danno. Tra questi, Fabio Andreoli, Tommaso De Marchin, Paolo Bitta, Giuseppe Nappi, Carlo Malvestio, Gabriele Currego, Mirko Bargikovsky e Francesco Grassi.

Riccardo Zucchi paga invece 47', Mikhail Novitopolsky 1'16'' con Michele Stivaloni, mentre Matias Biscay addirittura 2'07''. Il primo ritirato del Giro è invece Vincenzo Albanese (Bardiani-CSF).

Promossi e bo1cciati

Promossi
Christian Cavalieri
Non vince, ma si prende già la maglia rosa in vista del passaggio per le strade di casa.

Bocciati
Team Sky
Tranne Froome, perdono tutti in blocco 3'20''. Inspiegabile.

Il personaggio del giorno

Pablito Messi
Trova il modo migliore per onorare il dorsale numero 1 e il ritorno al Giro dopo dieci anni. Chapeau!